INPS: autorizzazioni celeri per assunzioni 407/90 e 223/91

da admin . Archiviato in Senza categoria   |   
Home  

In attuazione delle determinazioni presidenziali n. 75/2010 e 277/2011, l’INPS, con Circolare n. 140 del 28 Ottobre 2011, informa che,viene rilasciata una nuova funzionalità del Cassetto previdenziale Aziende per la richiesta degli incentivi all’assunzione previsti dalla l. 407/1990 e dalla l. 223/1991.
Le richieste inoltrate con tale modalità saranno definite automaticamente entro un giorno.
Per questi incentivi, dal primo novembre 2011 si potrà utilizzare esclusivamente il canale telematico.
Il nuovo procedimento, finalizzato alla gestione delle domande degli incentivi previsti per l’assunzione dei lavoratori disoccupati da almeno 24 mesi o iscritti nelle liste di mobilità, può essere così descritto.
Il datore di lavoro acquisisce il certificato attestante la disoccupazione o l’iscrizione nelle liste di mobilità del lavoratore; in alternativa sottopone alla firma del lavoratore il modulo di autocertificazione, disponibile presso la sezione modulistica del sito internet dell’Inps (moduli Autocert. SC67-407/90 o SC66 -223/91).
Entro i termini stabiliti dalla legge, il datore di lavoro invia la comunicazione telematica di assunzione, proroga o trasformazione, prevista dal decreto del Ministero del Lavoro del 30 ottobre 2007 (Unilav).
Prima dell’invio della denuncia contributiva (Uniemens) relativa al lavoratore, il datore di lavoro trasmette la dichiarazione di responsabilità, attraverso la nuova funzionalità, accessibile all’interno del Cassetto previdenziale Aziende, denominata “Invio istanze on-line”; al momento dell’invio il datore di lavoro allegherà copia in formato elettronico del certificato attestante la disoccupazione o l’iscrizione nelle liste di mobilità del lavoratore o, in alternativa, del modulo di autocertificazione (disponibile presso la sezione modulistica del sito internet dell’Inps – moduli Autocert. SC67 –407/90 o SC66 -223/91) debitamente firmato dal lavoratore ed accompagnato da una copia di un documento d’identità del lavoratore.
Nulla deve essere allegato se l’assunzione riguarda un lavoratore in cigs da oltre 24 mesi.
Entro il giorno successivo all’invio, l’Inps, effettuati con esito positivo i controlli automatizzati in ordine alla correttezza formale delle dichiarazioni del datore di lavoro, attribuirà automaticamente alla posizione contributiva interessata il Codice Autorizzazione corrispondente all’incentivo richiesto.
Nella sezione “istanze on-line” del Cassetto previdenziale aziendale sarà reso disponibile l’esito della richiesta.
Dal momento della definizione positiva della pratica il datore di lavoro sarà, pertanto, in condizione di fruire dell’incentivo mediante esposizione dei corrispondenti codici nella denuncia contributiva Uniemens.
L’Inps effettuerà a posteriori, in sede di verifica amministrativa, i necessari controlli circa la veridicità delle attestazioni rese dai datori di lavoro e dai lavoratori, secondo modalità che verranno rese note alle Sedi con successive disposizioni interne.
I controlli saranno effettuati sulla totalità delle dichiarazioni inviate, utilizzando, ove possibile, le informazioni già presenti negli archivi informatizzati dell’Istituto.
In caso di esito negativo dei controlli le denunce contributive saranno rettificate, con addebito al datore di lavoro delle differenze contributive e delle relative sanzioni.

I Commenti sono chiusi.